Storia

La nostra storia:
c'è bisogno di camminare

Da sinistra Stefano Lamura (presidente dal 2012 al 2015), Ferri Michele e don Andrea Regolani

L’associazione Passo dopo Passo…Insieme nasce nel 2003 per rispondere al bisogno sempre più crescente di molte famiglie, indipendentemente dalla loro situazione socio-economica e culturale, ad avere uno spazio educativo protetto che abbia una particolare attenzione al benessere dei ragazzi tra gli 11 e i 14 anni.

Questa idea cresce a seguito di un’approfondita osservazione sul campo svolta dai fondatori dell’Associazione, Michele Ferri e Don Andrea Regolani, grazie alla fitta rete di relazioni che distingue il doposcuola della Parrocchia di Santo Stefano a Sesto San Giovanni. Durante i colloqui con le famiglie è emersa la necessità di sostegno e confronto rispetto alle modalità educative da utilizzare con i rispettivi figli, in rapporto alle difficoltà scolastiche di questi ultimi, e individuando nel concetto di disinvestimento come (in)opportunità di crescita, l’elemento cruciale da cui partire sia per i ragazzi che le rispettive famiglie.

Una delle maggiori criticità della scuola italiana, nonché primo campanello d’allarme, è il cosiddetto “rischio di abbandono” inteso come il ritardo scolastico a concludere la scuola (media) in più di tre anni (11,5%). Proprio in questa fase è perciò cruciale concentrarsi su ciò che accade nei tre anni degli istituti secondari di primo grado.

Questo evento è strettamente correlato con l’attuale “crisi dell’obbedienza”, vista come l’insuccesso dei vecchi strumenti educativi fondati sugli ordini, con la conseguente frustrazione degli adulti che capiscono l’inefficacia di mettere in pratica ciò che hanno visto fare dai propri docenti e genitori.

Rispetto alle generazioni passate, i preadolescenti manifestano il bisogno di capire ciò che gli adulti dicono loro e ne vogliono discutere. Per comunicare ai ragazzi di oggi in modo efficace bisogna necessariamente affiancare quindi alla competenza disciplinare un nuovo alleato: la competenza relazionale, capace di scardinare le vecchie dinamiche.

Per questo motivo, Passo dopo Passo…Insieme accompagna con una precisa attività educativa tutti i protagonisti della crescita sociale del nostro territorio: i ragazzi preadolescenti direttamente coinvolti a scuola, i loro genitori e docenti, ma anche cittadini volontari e organizzazioni locali, profit e non profit, che si attivano in un’ottica di corresponsabilità sociale.

L’intuizione dei fondatori dell’Associazione sta nel voler trasformare e dare continuità alla pluriennale attività dei tradizionali doposcuola Italiani, conferendogli un nuovo metodo: un luogo aperto a tutti i ragazzi secondo una visione educativa promozionale e non preventiva, coordinato da professionisti coadiuvati da volontari formati, dove i «compiti» quotidiani, diventano un’occasione per imparare ad essere «organizzati, autonomi e a saper lavorare con gli altri». In questo modo facciamo «cose vecchie in modo nuovo».

Non dimenticandoci che, ancor prima del mondo giovanile, il bisogno del mondo adulto è di incrementare la consapevolezza delle proprie modalità di comunicazione, aspetto che si riversa non solo in ambito genitoriale, ma lavorativo e sociale. Il mondo aziendale è infatti ricco di relazioni interpersonali e, come in ogni contesto umano, sono queste a determinare principalmente l’esito dei risultati della collaborazione. L’esperienza a tuttotondo dell’associazione le permette di essere un valido supporto, fornendo innovativi strumenti anche per la sfera adulta e le sue dinamiche.

I nostri Valori: #vogliamocamminare

Vogliamo camminare perché siamo persone normali che hanno a cuore la sfida educativa: vediamo in ogni difficoltà la prossima risorsa su cui spenderci e intuiamo in ogni ragazzo il grande potenziale su cui investire. Coraggio e positività che fanno crescere, piano piano, senza complicarci l’esistenza.

Vogliamo camminare perché sentiamo forte il bisogno di cambiare se vogliamo che l’altro cambi: crediamo in uno stile educativo capace di motivare davvero i ragazzi che accompagniamo, suscitando in loro importanti desideri. Motivati per diventare motivanti, piano piano, alla ricerca di una piena corresponsabilità.

Vogliamo camminare perché pensiamo che la scuola sia il vero motore della nostra crescita sociale: ci attiviamo perciò sul territorio per favorirne la sostenibilità, grazie a processi di mediazione costruttiva. Un tessuto sociale che prende forma, piano piano, fino a diventare una vera comunità di relazioni.

Vogliamo camminare perché ci interessa incontrare gli altri nell’esperienza della solidarietà: accogliamo tutti i ragazzi a prescindere dalla loro storia e rispettiamo ogni ragazzo senza vederlo come un problema da risolvere. Passione che si condivide, piano piano, consapevoli dei nostri valori cristiani.