Per i nostri volontari, il mondo si cambia così…

Come ci suggerisce il Prof. Zamagni nel suo articolo, che potrete leggere qui, la crisi del volontariato deriverebbe dalla difficoltà nel comunicare il suo fine ultimo: ovvero la gioia della gratuità e del dono.

A questo proposito abbiamo chiesto ai nostri volontari, di descrivere cosa rappresenti per loro il servizio presso il Meglio Dopo, Insieme.
Proseguite per leggere i loro pensieri.

“Attraverso il volontariato cerco un modo per creare una relazione con i ragazzi che saranno parte della prossima generazione, il nostro futuro. Come volontaria cerco di contribuire a porre le basi perché siano tolleranti e disponibili verso le persone che per ragioni di cultura, etnia e religione sono diversi. Il rapporto con i ragazzi del meglio dopo, insieme rappresenta un momento di mio benessere perché loro riescono a trasmettermi entusiasmo e speranza.”
Paola

“Penso di essere utile e di aiutare i ragazzi non solo per quanto riguarda lo studio ma anche a livello personale. Spero infatti di aiutarli a credere di più nelle loro potenzialità e capacità e usare queste a livello scolastico.”
Cristina

“Penso che aiutare in qualsiasi modo possa portare dei cambiamenti. Con questa attività ho capito che anche la più semplice forma di aiuto, come quella dei compiti, può essere vista come qualcosa di grandioso da quel ragazzo che riceve comprensione e attenzione. Così facendo si aiuta a far capire ai ragazzi come può essere importante il gesto del “Darsi una mano” e crescendo, loro impareranno a mostrare questo valore ad altre persone. Una piccola azione, come offrirsi volontari per aiutare, dà la possibilità di rendersi speciali per qualcuno che ha bisogno di te. Se questo pensiero toccasse la mente di più persone, potrebbe davvero portare ad un cambiamento nel modo di trattare la gente e quindi, potrebbe cambiare qualcosa nel mondo.”
Gianluca

“Il mondo può cambiare se ognuno di noi riesce ad accogliere nel proprio cuore l’amore da trasferire agli altri. Il cambiamento inizia dove finisce l’individualismo dilagante. Sono convinta che sia importante andare incontro alle persone con l’accoglienza e l’ascolto per favorire l’integrazione. Il volontariato è dappertutto se si riesce a praticare la misericordia.”
Rosanna

Tweet about this on TwitterEmail this to someoneShare on FacebookShare on Google+Share on LinkedIn